Cronache dalla crisi economica


Spread dei tassi di interesse rispetto ai Bund tedeschi
Per studenti e per chiunque sia interessato a capire origini e rischi di questa crisi, in questo spazio segnalo materiale utile e, insieme, non troppo tecnico.

  • Nuovo: Un eccellente cartone animato (in inglese) per capire la crisi dei sub-prime, all'origine di tutto
  • Una definizione dello spread BTP-Bund tedeschi, che misura lo stato di fiducia nei conti pubblici italiani

Una animazione che spiega il disastro dei mutui sub-prime

  • Per seguire l'andamento dello spread andate qui
  • Un esemplare elenco di problemi e soluzioni a cura dell' Economist, in inglese
  • Una intervista in cui riassumo il dibattito sulla crisi
  • 11 novembre: Alessandro Penati, Lo spettro della liraRepubblica
  • 14 novembre: Perché la patrimoniale non aiuta l'equità: Alesina e GiavazziCorriere della Sera
  • 28 novembre: Le gravi conseguenze degli errori della BCE
  • 30 novembre: Domande frequenti (in inglese) sulla crisi: origine, conseguenze, soluzioni. A cura di Wendy Carlin, University College London
  • 1 dicembre: L'unione monetaria negli USA funziona e in Europa no: tutte le differenze in un articolo di Martin Feldstein, e qualche ipotesi sul futuro
  • 4 dicembre: P. Krugman, perché l'austerità è un grave errore
  • 9 dicembre: G. Tabellini critica duramente Draghi e spiega cosa la BCE dovrebbe fare con urgenza per migliorare le aspettative del mercato sull'area euro 
  • 16 dicembre: L. Reichlin spiega il contorto meccanismo con il quale la BCE cerca di agire da garante di ultima istanza, di nascosto (se no la Merkel si arrabbia...)
  • 16 dicembre: Se tutti inseguono l'austerità, sarà recessione. S. De Nardis fa due conti e i due conti fanno paura.
  • 17 dicembre: le slides di un mio intervento a un incontro pubblico sulla crisi (Mandas). Una rapida (frettolosa, in realtà) descrizione delle origini della crisi, dei problemi di Italia e Europa, delle opzioni in campo. Grafici e brevi note esplicative.
  • 19 dicembre: G. Tabellini spiega perché gli attuali, complicati interventi della BCE sono inadeguati o peggio. Non ci sono scorciatoie: la BCE dovrebbe assumenere il ruolo di garante di ultima istanza, senza ambiguità né percorsi tortuosi.
  • 11 gennaio 2012: Per chi vuole capire la flexecurity come possibile superamento delle norme sui licenziamenti dettate dall'articolo 18.
__________________________________________